DIRAAS

Dipartimento di Italianistica, Romanistica, Antichistica, Arti e Spettacolo
Via Balbi 2, 4 e 6 - 16126 Genova - Telefono: (+39) 010209-9806 - Fax: (+39) 010209-5982 - E-mail: diraas@unige.it

Atlante tematico del Barocco in Italia. Residenze nobiliari
<< indietro torna alla home pageStampa

ATLANTE TEMATICO DEL BAROCCO IN ITALIA

Residenze nobiliari
Italia settentrionale

a cura di Marcello Fagiolo

Roma, De Luca Editori d'Arte ©2009
ISBN: 978-88-8016-690-0

L'opera è il risultato dei seguenti Progetti di Ricerca di Rilevante Interesse Nazionale (PRIN) del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca: Atlante tematico del Barocco in Italia centrale e meridionale. Le residenze della nobiltà e dei ceti emergenti: il sistema dei palazzi e delle ville (2000, coordinatore scientifico M. Fagiolo); Atlante tematico del Barocco in Italia settentrionale. Le residenze della nobiltà e dei ceti emergenti (2001, coordinatore scientifico M.L. Gatti Perer); Atlante tematico del Barocco in Italia centrale e meridionale (2002, coordinatore scientifico M. Fagiolo); Atlante tematico del Barocco in Italia. Residenze nobiliari e trasformazioni urbane (2004, coordinatore scientifico M. Fagiolo). Vi hanno partecipato le Unità di ricerca dei Politecnici di Torino (responsabile C. Roggero Bardelli), Milano (responsabile M. Azzi Visentini), dell'Università Cattoloca del Sacro Cuore di Milano (responsabile M.L. Gatti Perer), delle Università di Genova (responsabili E. Gavazza, L. Magnani), dell'Insubria (responsabile A. Spiriti), di Bologna (responsabili A.M. Matteucci, M. Pigozzi), di Firenze (responsabile M. Bevilacqua), Politecnica delle Marche (responsabile F. Mariano), della Tuscia (responsabile D. Gallavotti Cavallero), Sapienza di Roma (responsabile M. Fagiolo), di Napoli "Federico II" (responsabile G. Cantone), di Bari (responsabile D. Pasculli Ferrara), di Lecce (responsabile V. Cazzato), Mediterranea di Reggio Calabria (responsabile R.M. Cagliostro), di Messina (responsabile N. Aricò), di Catania (responsabile E. Magnano di San Lio), di Palermo (responsabile M. Giuffrè).


ATLANTE DEL BAROCCO IN ITALIA
diretto da Marcello Fagiolo

L'Atlante è la prima rassegna, sistematica e monumentale, dedicata a una grandissima civiltà, rilanciata negli ultimi decenni attraverso studi che consentono una nuova prospettiva storica e nuove interpretazioni del Barocco italiano.
L'Atlante è dedicato a tutte le manifestazioni della spazialità barocca: architettura, città, giardini, scenografia, effimero, grandi complessi decorativi. L'opera prevede due serie complementari di volumi.
La prima serie, Atlante delle Regioni, è dedicata alle realtà territoriali che riflettono l'estrema articolazione e complessità degli antichi Stati e delle "cento città" d'Italia, portando spesso per la prima volta alla ribalta aree ignorate dalla storiografia. Secondo una originale formula editoriale, ogni volume viene articolato in una serie di sezioni che garantiscono insieme la completezza dell'indagine territoriale e la pluralità di interpretazioni e di apparati documentari.
La seconda serie, Atlante tematico del Barocco in Italia, viene inaugurata con Il sistema delle residenze nobiliari (tre volumi) e Il grande teatro del Barocco (tre volumi, in più tomi, su feste, teatri e teatralità).
L'Atlante nasce nell'ambito della intesa tra il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (con la partecipazione di numerose Università), il Ministero per i Beni Culturali (con la partecipazione degli Istituti Centrali e delle Soprintendenze) e il Centro di Studi sulla Cultura e l'Immagine di Roma (che ha coordinato diversi programmi nazionali e internazionali sul barocco d'intesa con l'Unesco e il Consiglio d'Europa).
L'opera conclude un ciclo di iniziative avviate nel 1980 con una serie di Piani Nazionali diretti da Marcello Fagiolo: "Arte e cultura nell'Italia del Seicento", "Centri e periferie del Barocco", "Atlante Nazionale del Barocco", fino alla recente attività del Comitato Nazionale "Roma e la nascita del Barocco". Intorno al Centro di Studi di Roma è nata una "rete" unica al mondo di centri di ricerca sul Barocco, con sedi a Siracusa, Lecce, Malta, Foligno, Tropea, Pescia-Pistoia, Genova.

Il sistema delle residenze nobiliari
coordinamento di Marcello Fagiolo

In anni recenti si è assistito a un generale rinnovamento dell'approccio metodologico al tema della residenza, strettamente legato non solo alla definizione e alla diffusione di linguaggi architettonici e della grande decorazione, ma anche attraverso ai problemi connessi all'organizzazione della "famiglia", della casa e dell'abitare ad approfondimenti più specificamente economici e sociali. In questo contesto lo studio di "sistemi" di palazzi e ville, nell'interrelazione tra linguaggio architettonico, mecenatismo e strategie di autorappresentazione sociale, ha raggiunto nuovi risultati scientifici che evidenziano la centralità del ruolo delle oligarchie urbane nel promuovere il profondo rinnovamento della città barocca.
L'opera, articolata in tre volumi, costituisce un fondamentale strumento di analisi e approfondimento della realtà delle grandi capitali italiane e di centri minori e territori fino ad oggi meno indagati, che rivelano la sorprendente ricchezza di realizzazioni promosse da antiche nobiltà e ceti emergenti tra Seicento e Settecento.

Per l'Italia settentrionale le aree regionali sono state coordinate da Costanza Roggero Bardelli (Piemonte), Lauro Magnani (Liguria), Andrea Spiriti (Lombardia), Margherita Azzi Visentini (Veneto), Anna Còccioli Mastroviti (ducato di Parma e Piacenza).

INDICE

Introduzione ai grandi sistemi di residenze p.7
Marcello Fagiolo

PIEMONTE
a cura di Costanza Roggero Bardelli p. 17

La "corona di delitie" nel Piemonte sabaudo: metafora barocca
Costanza Roggero Bardelli p. 18

Il palazzo Reale di Torino: architettura e decorazione per le funzioni di una reggia barocca
Paolo Cornaglia p. 34

I palazzi nobiliari di Alessandria
Annalisa Dameri p. 44

Tra palazzi cittadini e residenze extraurbane: declinazioni barocche nel modo di abitare dell'aristocrazia valdostana
Chiara Devoti p. 57

LIGURIA
a cura di Lauro Magnani p. 69

Articolazione e immagine del sistema abitativo della nobiltà genovese tra spazio urbano e spazi di villa
Lauro Magnani p. 70

Genova come 'tempio di Venere': la ricostruzione virtuale di un quartiere di ville
Andrea Leonardi, Lauro Magnani p. 97

Una città dipinta: palazzo Spinola Farruggia in via S. Luca a Genova
Elisa Borsano p. 104

La committenza Doria tra Loano e Dolceacqua: sistemi di residenza 'neofeudali' del Ponente ligure
Andrea Leonardi p. 111

Per le 'ville' del contado di Albenga: note su palazzi e giardini
Andrea Leonardi p. 122

L'opera di Charles de Wailly in palazzo Spinola a Genova: persistenze barocche come meta-linguaggio
Marco Spesso p. 128

LOMBARDIA
a cura di Andrea Spiriti p. 137

Villa e città: problemi di urbanistica palaziale nello stato di Milano
Andrea Spiriti p. 138

Mito e realtà di Varese, "Versailles di Milano" nel XVIII secolo
Laura Facchin p. 146

La civiltà di villa nella provincia di Varese: Azzate
Anna Elena Galli p. 161

Equilibri diversi: Corbetta e Arluno
Laura Colombo p. 168

Illuminismo rocaille: villa Verri a Biassono
Vittoria Orlandi Balzari p. 173

Il predominio assoluto dei Visconti nella Gera d'Adda
Beatrice Bolandrini p. 179

Un territorio "colonizzato": il Lodigiano
Giorgio Daccò p. 187

Vitaliano VI Borromeo e l'Isola Bella: un'eccezionale celebrazione barocca
Margherita Azzi Visentini p. 192

Una residenza milanese poco nota: la "Casa da Nobili" dei Serbelloni in corsia dei Servi
Cecilia Canzian p. 205

Un sistema villa-palazzo nel Milanese: gli Arconati
Patrizia Ferrario p. 214

VENETO
a cura di Margherita Azzi Visentini p. 231

Le residenze della nobiltà veneziana: palazzi e ville
Margherita Azzi Visentini p. 232

Le ville venete come sistema territoriale e paesaggistico
Franco Posocco p. 247

Scaloni e sale da musica, alcove e ridotti: il rinnovamento dei palazzi veneziani
Vincenzo Fontana p. 251

Giardini seicenteschi nell'isola della Giudecca a Venezia
Mariapia Cunico p. 269

Visioni di potere ai confini e nel cuore della Repubblica veneta: gli interventi dei Manin dei Dolfin
Francesca Venuto p. 275

Angelo Giustiniani e la villa di Spresiano: politiche d'immagine e strategie di consolidamento patrimoniale
Alessandro Colombini p. 305

Paesaggio Veneto e residenze nobiliari dei colli Euganei
Antonella Pietrogrande p. 324

DUCATO DI PARMA E PIACENZA p. 335

Il sistema delle residenze nobiliari a Piacenza: committenti, architetti, decoratori, collezionisti
Anna Còccioli Mastroviti p. 336

Bibliografia p. 365